Violenza di genere

Giovanni Esposito
20 Gennaio 2023

Le molte forme della violenza di genere

Ad oggi sentiamo molto parlare della violenza di genere, ma questa molto spesso non risulta molto chiara. Si tende frequentemente a confondere la violenza di genere con il femminicidio, tralasciando molti lati di questo aberrante fenomeno. Questa comprende infatti tutte quelle forme di violenza che vanno da una sfera legata alla violenza fisica, passando poi per quella psicologica, sessuale e molte altre.

Cerchiamo di partire dalla base provando a capire il concetto probabilmente più immediato da associare ad una forma di violenza di genere, ossia il femminicidio. Questa parola è un neologismo che identifica un omicidio doloso o preterintenzionale[1] in cui una donna viene uccisa da un individuo di sesso maschile per motivi basati sul genere. Trovo doveroso far comprendere come mai un atto come l’omicidio debba essere distinto da quello che è un atto di femminicidio e la motivazione può essere vista nella matrice di quell’atto che viene infatti compiuto nei confronti di una persona di genere femminile per il solo fatto di essere tale. Ciò che caratterizza questa differenza è data proprio da una violenza che, citando Marcela Lagarde[2], un’antropologa delle condizioni femminili, indica “la violenza fisica, psicologica, economica ed istituzionale rivolta contro la donna in quanto donna”. Possiamo ampliare poi il discorso ad una sorta di inclusione di dinamiche istituzionali che portano ad una disuguaglianza strutturale tra i generi, ma in questo contesto non approfondiremo il discorso, trovo utile però menzionarlo per farne comprendere in parte l’estensione.

È comunque importante specificare come la sfera legata alla violenza fisica comprenda però anche tutte le forme di questa violenza, racchiudendo uccisioni, percosse, lesioni e abusi sessuali. Andando però oltre questa premessa tristemente doverosa, dobbiamo però cercare di capire come la violenza di genere si articoli oltre alle più palesi forme di violenza fisica. Questa infatti comprende anche altre forme di violenza come quella psicologica, economica, legata ad atti indesiderati ecc.

Partendo dalle forme di violenza psicologica, queste includono la denigrazione, il controllo dei comportamenti, le strategie di isolamento o limitazione delle interazioni con altri soggetti, le intimidazioni ed in generale ogni forma di abuso che lede l’identità della persona. Questa forma di violenza è sfortunatamente la forma più diffusa ed è spesso accompagnata da altre forme di violenza.

Per quanto riguarda invece la violenza economica, questa comprende le forme di controllo o impedimento di carattere economico che vanno da ostacoli posti nella ricerca di un lavoro, fino ai limiti legati alla diretta disposizione del denaro. In questo caso trovo interessante evidenziare come questo fenomeno sia poi avallato da forme discriminatorie di carattere strutturale insite nella nostra società, come la presenza del gender pay gap[3].

Dobbiamo però includere in questo triste elenco anche tutti quegli atti caratterizzati da condotte, reiterate nel tempo e non, tese a far sentire la vittima controllata e in uno stato di pericolo in modo tale da cagionare un perdurante e grave stato di ansia o paura per la propria incolumità (o di un soggetto vicino). In questo caso andiamo quindi a comprendere quelle azioni che vanno da forme di atti persecutori come lo stalking[4], come tutte le forme non reiterate, come quelle legate al catcalling[5], che sono forme di violenza verbale giustificate da quella che a mio parere è un’estensione del processo di oggettivazione che ha visto il genere femminile nel tempo.

Una forte problematica legata a questa tematica è però legata alla consapevolezza e parzialità che si ha dello stesso. Fino a che punto si può definire un apprezzamento come tale e non catcalling? Fino a che punto la gelosia è fisiologia e quando è patologica e sfocia in situazioni di controllo e violenza? Fino a che punto si può considerare interesse e da che punto si considera stalking? Da quest’ultima domanda, volutamente provocatoria, vorrei far partire una riflessione su questi argomenti, cercando di far capire come la morale personale non sia un sufficiente grado di giudizio in quanto non si deve settare questo discorso sull’etica di chi fa queste azioni, quanto più sulla sensibilità di chi le subisce, motivo per cui non è possibile sentire giustificazioni che vanno dal sempre verde “è ma era un semplice complimento”, fino al “non è gelosia, è solo che la amo troppo”. Ogni azione compiuta nei confronti di un soggetto e che gli/le causi disagio è una condotta che non deve essere ne accettata ne normalizzata, in quanto la libertà di una persona finisce nel momento in cui inizia quella di un altro soggetto.

Lorenzo De Saro

Credit Foto:  Le foto sono dei rispettivi proprietari, per uso libero e provenienti dalle piattaforme Pixabay e Freepik

Fonti:

Violenza di genere: cosa significa (laleggepertutti.it)
Violenza di genere | Ministero dell‘Interno

Femminicidio: realtà, cause e prevenzione - Sipsid

Forme di violenza sulle donne - Forensics Team

Tipologie della violenza di genere | Comune di Venezia.


[1] Nel linguaggio giuridico è un termine per indicare un delitto la cui gravità va oltre a quella che poteva essere l’intenzione del colpevole

[2] Marcela Lagarde è una antropologa e politica messicana, rappresentante del femminismo latinoamericano, nonché tra le prime teorizzatrici del concetto di femminicidio

[3] Per gender pay gap intendiamo la differenza di retribuzione tra uomini e donne a parità di mansione.

[4] Insieme di comportamenti persecutori tenuti da una persona verso la propria vittima.

[5] Catcalling è un termine composto (cat=gatto, calling=chiamare) utilizzato per indicare le molestie verbali rivolte principalmente a donne incontrate per strada mediante commenti indesiderati, gesti, fischi ecc.

Aree e servizi
Dona ora

Iscriviti alla Newsletter
Facebook
Twitter

Visualizzazioni: 1
2020 - Le Mille e Una Notte Cooperativa sociale. Tutti i diritti riservati. P.IVA: 05183141000
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
Copy link
Powered by Social Snap